Il diritto dimenticato. Il lavoro nella costituzione europea

Il diritto dimenticato. Il lavoro nella costituzione europea Titolo: Il diritto dimenticato. Il lavoro nella costituzione europea
Autore: Antonio Cantaro
Traduttore:
Editore: Giappichelli
Anno edizione: 2007
Pagine: VII-175 p.
EAN: 9788834874288

L’Unione europea ignora il “diritto al lavoro”. Persino la Carta di Nizza ha, curiosamente, ‘dimenticato’ di nominarlo. Le pagine di questo volume muovono dalla convinzione che al diritto al lavoro non si possa rinunciare a cuor leggero. Che questa inquietante assenza debba, anzi, essere al più presto superata. Ne va della credibilità ‘etica’ dell’Europa, della legittimità del suo modello sociale. Non si può innovare una tradizione ignorandola o rimuovendola. Vale in generale. Vale anche per l’eredità, solo apparentemente minore, del diritto al lavoro. La codificazione del diritto al lavoro ha storicamente avuto uno straordinario significato simbolico. Ha rappresentato la volontà e la capacità dell’Europa di dare forma giuridica alla preoccupazione per il legame sociale. Il rischio è che l’attuale tendenza alla ‘decostituzionalizzazione’ del diritto al lavoro finisca per mettere in discussione anche altri diritti: la sicurezza nei luoghi di lavoro, le tutele sociali, le libertà individuali e collettive dei lavoratori.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *