Il pensiero dei sensi. Atmosfere ed estetica patica

Il pensiero dei sensi. Atmosfere ed estetica patica Titolo: Il pensiero dei sensi. Atmosfere ed estetica patica
Autore: Tonino Griffero
Traduttore:
Editore: Guerini e Associati
Anno edizione: 2016
Pagine: 256 p.
EAN: 9788862505994

Noi pensiamo e agiamo sempre all’interno di atmosfere e di tonalità emotive. Non importa quanto consapevolmente. Prima ancora di vivere in spazi misurabili, viviamo infatti immersi in sentimenti effusi nello spazio, dei quali, per quanto solo vagamente descrivibili, sentiamo talvolta con certezza la presenza e spesso anche l’autorità. Sentiamo, più precisamente, che le atmosfere intonano potentemente e in modo specifico la nostra esistenza, che in certi casi addirittura ci aggrediscono, fino a contagiare profondamente il nostro modo di vivere, tanto che solo entro certi limiti possiamo loro resistere, tentando magari di riprogettarle o quanto meno di pianificarne l’effetto. Per quanto le atmosfere siano un argomento tipicamente transdisciplinare (architettura, sociologia, antropologia, psicopatologia, geografia antropica, arte ecc.) e, in quanto quasi-cose, un tema ontologicamente eversivo, a interessarsene dev’essere anzitutto l’estetica. Ma un’estetica che non si accontenti più (come negli ultimi due secoli) di essere una teoria dell’arte e dèi giudizio critico su oggetti speciali come le opere d’arte, e ritorni alla sua definizione originaria di “teoria della conoscenza sensibile e corporea”, non può che essere un’estetica patica: una riflessione filosofica, cioè, su che cosa significhi esporsi a quanto (soprattutto di inatteso) ci accade di provare.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *