Il timbro e la penna. La «nazione» degli impiegati postali nella prima metà del Novecento

Il timbro e la penna. La «nazione» degli impiegati postali nella prima metà del Novecento Titolo: Il timbro e la penna. La «nazione» degli impiegati postali nella prima metà del Novecento
Autore: Mario Coglitore
Traduttore:
Editore: Guerini e Associati
Anno edizione: 2008
Pagine: 355 p.
EAN: 9788862500470

Questo libro ricostruisce la quotidianità professionale degli impiegati delle Poste nonché alcuni aspetti delle loro vicende private. L’autore ha utilizzato i fascicoli del personale delle vecchie direzioni provinciali di Venezia e Torino per cogliere la “sostanza antropologica” del travet delle Poste, e il suo rapporto con il contesto sociale e politico. Ne emerge una storia della burocrazia italiana e delle decine di dipendenti postali che si affannano ogni giorno in mezzo ad apparati telegrafici, timbri, regolamenti, disposizioni di servizio e rigide prassi lavorative, rinchiusi tra le pareti vetuste degli uffici. È uno spaccato significativo delle vicende di una parte dell’Italia giolittiana, travolta di lì a poco dal regime fascista conservando la certezza che l’immutabilità del meccanismo burocratico avrebbe messo in salvo anche le speranze e le attese di riscatto del popolo di minuti borghesi.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *