Straniero. L’invasore, l’esule, l’altro

Straniero. L'invasore, l'esule, l'altro Titolo: Straniero. L’invasore, l’esule, l’altro
Autore: Alessandro Barbero,Maurizio Bettini
Traduttore:
Editore: Encyclomedia Publishers
Anno edizione: 2012
Pagine: 94 p.
EAN: 9788897514299

Straniero è una parola molto presente nella vita civile. Eppure, per piacere o per forza, le persone si sono sempre spostate da un capo all’altro del pianeta, incontrandosi e mescolandosi, e isolare contorni “puri” – nazionali, geografici, etnici – si è rivelata sempre una sospetta quanto vana attività. Vale la pena dunque interrogarsi sulla storia di un aggettivo così ambizioso. Ovidio esule e straniero dà l’occasione a Maurizio Bettini di analizzare i temi dell’accoglienza e dell’esilio e di considerare il nodo della lingua, madre dell’identità e matrice, per contro, della diffidenza per l’altro. Virgilio, Ennio, Plauto sono solo alcuni dei compagni di viaggio di queste osservazioni. Il saggio di Alessandro Barbero muove invece dal “francese” Garibaldi, e passando per Boccaccio, Tasso o Manzoni, illumina l’area di significati che l’idea di straniero ha occupato nella cultura e nella storia italiana, rivelandosi quasi indispensabile alla costruzione della stessa identità nazionale.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *